A clash of Gods

La storia finora - Capitolo 1

Un piccolo villaggio coperto di neve

Nel cuore delle Marche D’Argento sorge un minuscolo villaggio chiamato Collequercia. I tetti delle poche case che compongono il centro abitato sono coperti dalla neve, cosi come il piccolo maniero che sorge sulla collinetta attorno alla quale si sviluppa il paesino. Il fiume che scorre alle propaggini orientali del villaggio è gelato, il ponte che permette di atraversarlo è pericolosamente ricoperto da una lastra di giaccio.
ALTURIAK, 1
E’ proprio qui che, il primo giorno del mese di Alturiak, tre ragazzi partecipano ai giochi invernali sfidando i coetanei del villaggio. I tre ragazzi sono Ulfgar, un nano tozzo e robusto, Alton, un halfling scaltro ed intraprendente e Jozan, un umano devoto ed affascinato dalle arti curative.
Grazie alla cooperazione tra le loro differenti abilità, si aggiudicano presto la vittoria nelle varie disfide.
Purtroppo Ulfgar, non riuscendo a controllare bene la propria forza durante una semplice scazzottata con un coetaneo geloso delle vittorie del gruppo,lo uccide con un violento cazzotto sul cranio.
I ragazzi vengono processati dal Mastro del villaggio e costretti a lavorare per espiare le proprie colpe. La loro giovane età gli evita pene ben più severe.
Tuttavia, lo spiacevole episodio rende la vita nel villaggio non facile per i tre ragazzi.
ALTURIAK, 2
Durante la notte del secondo giorno di Alturiak, il villaggio viene attaccato da un gruppetto di Coboldi. I tre ragazzi aiutano le guardie del villaggio e riescono a sconfiggere gli invasori.
Il Mastro di Collequercia ed il corpo delle guardie li ringraziano, dimenticando temporaneamente l’omicido commesso da Ulfgar.
ALTURIAK, 3
Ricevuta una modesta eredità dalle proprie famiglie, i ragazzi decidono di partire alla scoperta del mondo e, attraversato il ponte ghiacciato, si avventurano nei gelidi boschi circostanti.
Il primo, brutale incontro con i pericoli della natura avviene molto presto. I selvaggi boschi del Nord sono infatti popolati da numerose creature pericolose!
I tre escono malconci dall’incontro con un Ghiottone e, soprattutto, un Orso Bruno.
Verso sera i ragazzi vengono attirati da una caverna sulle pendici dei monti, che sembra essere abitata. Una volta entrati, vengono a contatto con alcuni Coboldi che quasi li uccidono durante l’inevitabile scontro. I tre vengono salvati grazie all’intervento di Elmo, Capo delle guardie di Collequercia, che porta i ragazzi fuori dalla caverna e presta loro soccorso.
ALTURIAK, 4
Nonostante le raccomandazioni di Elmo, i tre decidono cocciutamente di tornare all’interno della caverna, sognando tesori e meraviglie.
ALTURIAK, 5 e 6
I ragazzi riescono a ripulire quasi l’intero complesso ma vengono infine a contatto con il capo della tribu di Coboldi il quale, assieme alle sue guardie più fidate, tramortisce uno ad uno gli avventurieri e li fa prigionieri.
ALTURIAK, 7
I PG vengono resi schiavi dai Coboldi, i quali decidono di venderli come schiavi ad una tribù di Orchi a qualche miglio dalle caverne.
Durante lo spostamento, i PG riescono a liberarsi grazie all’aiuto di uno strano tizio: Content Not Found: Digger.
Assieme a Digger ed al mezzorco Tablark suo compagno, il gruppo ritorna alle caverne e finisce di ripulire il complesso.
Tablark svela al gruppo che c’è un altro covo, più grande e potenzialmente ricco di tesori, a poca distanza da là. Rivela anche che il covo è però abitato da creature ben più temibili dei Coboldi: gli Hobgoblin.
ALTURIAK, da 8 a 12
I PG tentano l’assalto al covo degli Hobgoblin, ma vengono ripetutamente socnfitti e Tablark muore nell’impresa.
Il gruppo decide allora di spostarsi a Deadsnows, un paese recentemente sulla bocca di tutti perchè, si dice, l’intera area è ricca di giacimenti d’oro.
I PG alloggiano alla Locanda La Rosa e il Martello e fanno conoscenza con i proprietari.
Tentano inoltre di farsi ricevere da [[:Lady Arletta Icespear]] ma senza alcun successo.
Si recano allora alle prigioni e parlano con Mannock, il capitano delle guardie cittadine.
Questi propone al gruppo una ricompensa di ben 300 MO per la cattura di un mostri volante che attacca le greggi nei pascli d’altura.
ALTURIAK, da 12 a 15
I PG riescono ad avere finalmente udinza presso Lady Arletta Icespear.
Si recano poi nei pascoli in alta montagna, dove riescono a stanare ed uccidere le due bestie che massacrano le greggi: si tratta di due grifoni.
Sulla via del ritorno si imbattono in Bellis con alcuni scagnozzi che tentano di derubare i PG. I ragazzi riscono ad uccidere gli scagnozzi, ma Bellis riesce a fuggire e si rifugia nella Città delle Nevi.
Gli abitanti festeggano l’eliminazione dei grifoni ed i PG tornano alla locanda a gozzovigliare.
ALTURIAK, 15 e 16
I PG indagano sulle voci che girano riguardo usurpatori di concessioni minerarie.
Incontrano in effetti due usurpatori che si fingono prospettori e li pedinano fino alla Città delle Nevi, alla Casa di Vardar.
Rientrati alla locanda dove alloggiano, vengono assaliti da un gruppo composto da Bellis ed altri due scagnozzi. I PG li massacrano.
ALTURIAK, 17
I PG incontrano Quarion, che li spiava durante lo scontro, dopo aver sconfitto gli assalitori. Questo li difende dall’accusa di omicidio perpetrata dalla guardia cittadina e, grazie alla sua testimonianza, i PG vengono assolti dal giudizio di [[:Lady Arletta Icespear]].
La Signora di Deadsnows incarica i PG di riportare 13 persone rapite da un gruppo di schiavisti, i Predoni Sanguinari, il compenso pattuito è di 500 MO.
Nel contempo [[Digger]], Ulfgar ed [[Alton]] si accordano con Haskar Riverside per recuperare un oggetto da Gendar nel Salone delle Sette Colonne e riportarlo.
Gendar deve ricevere un astuccio nero, i PG riceveranno in cambio 400 MO.
ALTURIAK, 18 e 19
I PG partono alla volta del Salone delle Sette Colonne, si imbattono lungo la via in uno strano vecchietto, il quale gestisce una minuscola locanda che sorge lungo un fiume. I PG si riparano nella minuscola locanda, dal momento che all’esterno infuria una tormenta di neve.
Dopo aver goduto della compagnia del vecchi squilibrato ed aver assaggiato i suoi ottimi distillati, i PG riposano.
Il giorno dopo si fanno accompagnare a valle con l’imbarcazione del vecchio, in un folle viaggio lungo rapide e ripidissime cascate.
Arrivati a valle, scorgono in lontananza il confine che segna l’ingresso nel territorio dell’impero Netheril.

Comments

Filippo83

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.